Direttore Valter Vecellio. 1 year 1 day ago

Idee per la politica radicale

Giulia Massari, il ricordo del Partito Radicale

Con la morte di Giulia Massari i radicali perdono una compagna, un'amica di sempre, che da sempre sosteneva le iniziative e le battaglie per i diritti civili ed umani che nel corso di questi sessant'anni si sono portate avanti. Formatasi alla irripetibile scuola giornalistica del "Mondo" di Mario Pannunzio, Giulia Massari è stata radicale di quel Partito Radicale che aveva come simbolo la donna con il berretto frigio, ma lo è stata per anni, ininterrottamente,  anche nella successiva fase, di rilancio del Partito Radicale, testimone e insieme discreta partecipe di quella grande stagione di progresso e civiltà che ha visto i radicali promotori e animatori.

Comitato Nazionale di Radicali italiani. La mozione approvata

Segue il testo della Mozione Generale approvata al termine del Comitato Nazionale di Radicali Italiani, riunitosi a Roma il 16, 17 e 18 gennaio 2015:
 
Il Comitato Nazionale di Radicali Italiani, riunito a Roma il 16, 17, 18 gennaio 2015

rileva il permanere dell’illegalità in cui versa il sistema giustizia con la sua immonda appendice carceraria; le violazioni dei diritti umani nei confronti dei detenuti e quelle concernenti la durata non ragionevole dei processi sono state condannate in forma alta e solenne nel messaggio alle Camere del Presidente della Repubblica l’8 ottobre 2013;

La risposta politica alle questioni politiche poste da Bandinelli

Premessa necessaria: l’articolo di Angiolo Bandinelli (Il Garantista 11 gennaio, “Io dico che dobbiamo chiudere il Partito Radicale”) non deve essere liquidato come lo sfogo di un militante amareggiato, deluso, preda di un momento di sconforto che semmai va rincuorato e blandito. Non so lui, ma fossi io al suo posto a essere rincuorato e blandito, trattato come “vittima” di un momento di depressione, reagirei con un sonoro: “Cretini, andatevene a quel paese, non avete capito nulla!”. L’articolo di Bandinelli è un articolo politico, e come tale va discusso e “pesato”.

Bandinelli parla di politica ed è politica quella che tenta di trasmetterci; alla comunità radicale, ma non solo. Perché la questione radicale riguarda tutti.

E invece io dico che NON dobbiamo chiudere il Partito Radicale

Il Garantista dell’undici gennaio pubblicava un articolo del Radicale storico Angiolo Bandinelli dal titolo “Io dico che dobbiamo chiudere il Partito Radicale”.

Leggo il “Garantista” al mattino prestissimo, online: sono abbonata, ma l’edizione cartacea viene regolarmente requisita dalla disfunzione di Poste Italiane, e mi arriva in pacchi di dieci/dodici numeri arretrati, due o tre volte al mese. È vergognoso, e forse dovrei denunciare Poste Italiane per interruzione di servizio pubblico. Ma questo è un altro discorso.

Syndicate content