Direttore Valter Vecellio. 1 year 4 weeks ago

Ambiente

A proposito di «bombe d'acqua», dissesto idrogeologico, tragedie. E se finalmente ascoltassimo il prof. Aldo Loris Rossi?

Le "bombe d'acqua", come si usa chiamarle ora, arriveranno anche all'improvviso; e all’improvviso colpiscono, uccidono, devastano. Pure se non previste, queste "bomba d'acqua", tuttavia sono prevedibili: il rischio idrogeologico è diventato realtà in Veneto oggi come nelle Puglie ieri; e prima ancora nelle Marche, ma anche in Sardegna, Calabria, Liguria e in tutta Italia, dove ormai anche un semplice acquazzone si trasforma in tragedia. Perché sono tante e tali le umane speculazioni e le devastazioni sul territorio che questo povero paese non ce la fa davvero più, è un avvilente colabrodo che frana da tutte le parti.

Caso Tamoil: la durata e la durezza della lotta radicale vince ancora

Il 15 luglio scorso si è conclusa un'ulteriore tappa del “caso Tamoil”, una vicenda che ha segnato e sta segnando la storia della città di Cremona. E si è conclusa, ancora una volta, con la vittoria dei radicali cremonesi che, con la forza e la determinazione della loro iniziativa politica, hanno saputo essere protagonisti e determinanti nella difesa dei diritti di un'intera comunità, a partire dal diritto alla salute delle persone e dell'ambiente.

La vicenda è in gran parte nota e la riassumo brevemente.

Bene Regione su Catalogo siti contaminati, ma ora vogliamo il pieno rispetto dell’art. 251 del Codice dell’Ambiente

Ritengo che trattasi di un indubbio successo dell’iniziativa politica radicale, volta ad ottenere la piena applicazione della Convenzione di Aarhus e il rispetto del sacrosanto diritto dei cittadini lucani a poter conoscere lo stato dell’ambiente in cui vivono.

Un piccolo passo avanti nella direzione da me più volte auspicata, che dovrebbe , mi auguro a breve, ad onorare quell'art. 251 del Codice dell'Ambiente, che come è noto prevede  che le Regioni "sulla base dei criteri definiti dall'Agenzia per la protezione dell'ambiente e per i servizi tecnici predispongono l'anagrafe dei siti oggetto di procedimento di bonifica". 

Cronache dell’amianto. Assolto a Milano Giampiero Pesenti

Cronache dell’amianto. Assolto a Milano Giampiero Pesenti

Milano. Il Tribunale di Milano ha assolto il presidente di Italcementi Giampiero Pesenti, nel processo per la morte di una trentina di operai dell'azienda Franco Tosi, colpiti tra gli anni '70 e i primi anni '90 da mesotelioma pleurico. Oltre a Pesenti, sono state assolte altre sette persone. "L'ingegner Pesenti - commenta il suo avvocato, Giuseppe Bana - non meritava una imputazione di questo genere. Dico solo che sono soddisfatto per evitare polemiche in merito all'impostazione accusatoria".

Syndicate content

Notizie Radicali: il giornale telematico di Radicali Italiani - Direttore: Valter Vecellio
Team: Simone Sapienza, Maria Veronica Murrone
Sito web: Mihai Romanciuc
Vuoi collaborare? Scrivi a notizie.radicali.it@gmail.com