Direttore Valter Vecellio. 7 hours 2 min ago

Carceri e giustizia

Le frasi cretine sul suicidio di un detenuto e il messaggio del Presidente Napolitano. Quattro sogni (destinati a restare tali?)

19-02-2015

Leggo i commenti (tutti giusti, tutti puntuali, tutti condivisibili) a quelle che vengono definite “frasi choc” apparse su un sito web di un sindacato di agenti di polizia penitenziaria di cui pochissimi o nessuno fino a ieri conosceva l’esistenza, a commento della notizia del suicidio di un detenuto romeno (“Si è ucciso? Bene, uno di meno”). Frasi imbecilli scritte da cretini, di quelle che si possono sentire, purtroppo, salendo su un autobus o al mercato. Perché almeno, una volta, il cretino aveva pudore e cura di tenerla un po’ occultata, la sua cretinaggine. Oggi, al contrario, la palesa, compiaciuto e tronfio. Poi ci sono i Matteo Salvini, che non giustifica, ma capisce. Gli si può credere a metà, e neppure tanto.

Valter Vecellio

Resoconto di una visita al carcere di Rimini. Mi chiedo se come cittadino sono complice di questo regime…

13-02-2015

Domenica 18 gennaio 2015 con gli amici Radicali, Simone, Anna e Luca, siamo andati in visita al carcere riminese per l’iniziativa Nonviolenta del Partito Radicale di Natale. Solo ora trovo la forza e la voglia di mettere nero su bianco quanto visto e le emozioni che con i giorni sono venute fuori.

La visita ha mostrato con quale disprezzo e sciatteria le istituzioni trattano la vita umana e i doveri di legalità che le sono propri. All'interno del carcere ad un certo punto siamo arrivati in un ampio corridoio al primo piano. A destra detenuti rinchiusi dietro una inferriata. Si entra nella sezione, la I. Visitiamo alcune celle. Traspare la volontà dei detenuti di renderle presentabili come per dare bella impressione di se.

Ivan Innocenti

Carceri: non credo ai miracoli che secondo il DAP sarebbero intervenuti nelle carceri e invito il direttore Santi Consolo a fare alcune visite con me. Intanto Pannella è al quarto giorno di sciopero della fame

13-02-2015

La moltiplicazione dei pani e dei pesci non è azione che appartiene agli umani, così come la moltiplicazione dei posti nelle infami carceri italiane non è nelle mani del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria anche quando fosse animato dalle migliori delle intenzioni che, per noi radicali, consistono nel far rientrare nella legalità costituzionale il trattamento fuorilegge subito dai detenuti negli istituti penitenziari italiani.

Rita Bernardini

Giustizia. Il testo che i radicali hanno letto in occasione dell’apertura dell’Anno Giudiziario

26-01-2015

Anche quest’anno, come Radicali del Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito e come Radicali Italiani abbiamo deciso di essere presenti, chiedendo di intervenire, in tutte le Corti di Appello in occasione dell’inaugurazione dell’anno giudiziario, leggendo lo stesso testo in ogni corte d’Appello, con lo spirito di dialogo e confronto con le istituzioni che hanno la responsabilità di occuparsi della giustizia.

Condividi contenuti

Notizie Radicali: il giornale telematico di Radicali Italiani - Direttore: Valter Vecellio
Team: Simone Sapienza, Maria Veronica Murrone
Sito web: Mihai Romanciuc
Vuoi collaborare? Scrivi a notizie.radicali.it@gmail.com