Direttore Valter Vecellio. 1 giorno 13 hours ago

Democrazia reale

Cronache incostituzionali dallo Stato-Canaglia. A) Parlamento: dal porcellum al macellum B) città metropolitane: verso il regime “neo-fassista” (da Fassino) C) Province: addio ultimo collegio uninominale

09-12-2013

Lo Stato-Canaglia (inteso come sistema complessivo preposto alla perpetrazione di violazioni costituzionali gravissime ai danni del popolo sovrano anche tramite campagne scientifiche di disinformazione) questa settimana ci fa assistere a due appetitose novità.

La prima novità è la de-legittimazione postuma delle due “anti-Camere” alla luce della sentenza costituzionale del 4 dicembre scorso che ha dichiarato costituzionalmente illegittima la legislazione elettorale (L. 270/2005) laddove attribuiva il premio di coalizione alle prime coalizioni vincenti anche con bassa percentuale di voti nonché le liste bloccate per il 100% dei seggi.

Cristiano Lorenzo Kustermann

Congresso ALDE: quale politica per quali liberali

05-12-2013

Il 28-30 novembre Londra Marco Perduca e io abbiamo partecipato a Londra al Congresso dell’ALDE (Alleanza dei Liberal-Democratici per l'Europa) che si è tenuto nel centro finanziario di Londra, Canary Wharf. Complessivamente, hanno partecipato oltre 800 delegati in rappresentanza di quasi tutti i 55 partiti iscritti. Oltre a noi, gli Italiani presenti erano Niccolò Rinaldi per l'IDV (iscritto a pieno titolo), Rudi Russo e Antonio Pileggi come iscritti individuali in rappresentanza del Centro Democratico (di Bruno Tabacci) e del PLI, e Giulio Ercolessi per “Critica Liberale”, che è nel board della Fondazione Liberale Europea (ELF), partner dell'Alde Party.

Matteo Angioli

La Mini-autodichia dei fortini regionali: basta "zone franche" dai controlli sulle spese

05-12-2013

Se il presidente Brega vuole rendere più efficace la sua confutazione della vena populistica assunta di recente da Vespa, non dovrebbe cavarsela col dire che le Regioni hanno già provveduto all'adeguamento degli ordinamenti alle misure sul contenimento dei costi della politica: affermare questo, non significa dire che tutto quello che c'era da fare sia stato fatto.

Rita Bernardini
Irene Testa

Ottomila circoli, otto milioni di firme, farsa e tragedia al tempo dell'italico declino

03-12-2013

Silvio Berlusconi è fuori del Parlamento e teme l’arresto. Le Procure italiane sono sulle sue tracce ma lui non demorde e rilancia. Il suo intervento davanti al ritrovato popolo forzista è suonato come una voce fuori dal tempo. Le stesse canzoni, le stesse simbologie e lo stesso appello contro la sinistra brutta sporca e cattiva. Solo i circoli di Forza Italia sono cambiati, si chiameranno Forza Silvio, mostrando con la scelta del nome tutto il sapore nostalgico di un uomo battuto ma ancora non sconfitto. Si, perché chi pensa di essersi liberato di Berlusconi senza cambiare nulla delle ragioni che ne hanno sancito in questo ventennio le tante rinascite, rischia di ritrovarsi alle prossime elezioni delle brutte sorprese.

Aldo Penna
Condividi contenuti

Notizie Radicali: il giornale telematico di Radicali Italiani - Direttore: Valter Vecellio
Team: Simone Sapienza, Maria Veronica Murrone
Sito web: Mihai Romanciuc
Vuoi collaborare? Scrivi a notizie.radicali.it@gmail.com