Direttore Valter Vecellio. 1 year 34 weeks ago

Governo

La realtà sta asfaltando i sogni e le illusioni di Renzi

"Europa" con "l'Unita" e' il quotidiano che ha come stella polare il Partito Democratico. "L'Unita" ha sospeso le pubblicazioni, e ci si augura le possa riprendere al più presto. "Europa" non naviga in buone acque, in questi giorni ferragostani esce solo la versione on line, speriamo che anche questo giornale non sia costretto a sospendere le pubblicazioni. "Europa" fin da subito si è schierata a sostegno di Matteo Renzi. Eppure forse qualcosa sta cambiando. Ecco l'editoriale del vice direttore Mario Lavia: "L’ottimismo non basta più. Renzi dovrà parlare un linguaggio nuovo, più fermo e concreto, e dimostrarsi padrone di una situazione economica complessa da calibrare su tempi lunghi"

Valter Vecellio

D.D.L. COST. Senato 1429 (Renzusconi-Boschi-DelRio): nella nuova Carta escono le Province, entrano i Consorzi, annaspano le Città Metropolitane, trionfano le Regioni del dopo-Fiorito

Dopo più di due secoli di vita l’ente territoriale intermedio «Provincia», figlia del Dipartimento francese, introdotto anche in alcuni stati preunitari italiani dopo la Rivoluzione del 1789 per attuare il nuovo principio di «egalité» superando i privilegi feudali accordati dal Re a macchia di leopardo sull'intero territorio nazionale, viene eliminato dalla Carta Costituzionale ad opera del disegno di legge costituzionale Senato 1429 Disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del CNEL e la revisione del titolo V della parte II della Costituzione che in prima deliberazione è stato approvato al Senato l’8 agosto scorso.

Cristiano Lorenzo Kustermann

L’Italia: peggio ora che nel 2011!!

Tre anni fa, di questi tempi eravamo in piena bufera finanziaria, la Deutsche Bank aveva già venduto 7 degli 8 miliardi di euro di titoli del debito pubblico che deteneva nel suo portafoglio, le agenzie di rating avevano già preso di mira il nostro Paese, iniziando ad abbassare senza motivo il loro giudizio sulla tenuta del nostro debito, la BCE oltre a non sognarsi nemmeno lontanamente di comprare i titoli del nostro debito per placare la tempesta, si inventava quella splendida “lettera all'Italia” dove veniva scritto il programma per il futuro governo, e lo spread iniziava a galoppare, così che in poco tempo passò dai 150 punti base di differenza dal bund decennale tedesco, ai 400/500 toccati nel novembre 2011.

Daniele Carcea

La legge Delrio sulle città metropolitane, province, unioni e fusioni di comuni. L’ennesimo scempio di democrazia

La legge 56/2014, cosiddetta legge Delrio, sulle Città metropolitane, province, unioni e fusioni di comuni, apre uno scenario nuovo sulle forme di governo del territorio nel nostro Paese. Nuovo, ma tristemente in sintonia con la progressiva riduzione dei diritti politici e civili dei cittadini pericolosamente in via di perfezionamento. L’abolizione dei consigli elettivi di Province e l’attuazione delle Città metropolitane come ente di secondo livello, va, infatti, di pari passo con le ipotesi di abolizione del Senato elettivo e di riduzione del numero dei deputati (escludendo così ogni possibilità di riforma elettorale maggioritaria uninominale con piccoli collegi), così come con il già operato taglio di un terzo del numero dei consiglieri comunali.

Massimo Lensi
Rita Bernardini
Syndicate content

Notizie Radicali: il giornale telematico di Radicali Italiani - Direttore: Valter Vecellio
Team: Simone Sapienza, Maria Veronica Murrone
Sito web: Mihai Romanciuc
Vuoi collaborare? Scrivi a notizie.radicali.it@gmail.com