Direttore Valter Vecellio. 48 weeks 7 hours ago

Interni

Kazzenger sulla “città” metropolitana di Roma capitale: dall’“usurpazione” di Marino, alle “cambiali” di Zingaretti, dal toto-montino alla rivolta di Civitavecchia. La nuova C.L. (Cosa Loro, cioè del Piddi!)

Se fosse un tg i titoli sarebbero: 1) Il Podestà Marino indice per il 5 ottobre le elezioni indirette del Consiglio Metropolitano. Ma l’Assemblea Capitolina, già dal 31 luglio, sta usurpando il nome di “Città Metropolitana di Roma Capitale”.
2) Radio Palazzo Valentini dà per probabile l’elezione di circa una dozzina di Consiglieri PD sui 24 – più, per legge, il Sindaco Marino - che compongono il Consiglio Metropolitano. Sarebbe Esterino Montino, già vice-Marrazzo e uomo-forte del PD nell’era Fiorito, riciclato politicamente come Sindaco di Fiumicino, il delegato di Marino nel nuovo ente.
3) Parte da Civitavecchia la rivolta dei cittadini di serie B, a cui la legge fascio-comunista 56/2014 impedisce per ora di eleggere direttamente il Sindaco e il Consiglio metropolitano.

Affaire Shalabayeva, ENI, gli interessi in ballo con il Kazakistan

Marco Pannella, vuoi per fiuto, vuoi per esperienza, vuoi per conoscenza, è stato uno dei primi, se non il primo, a dirlo senza tanti giri di parole (le sue “conversazioni” domenicali alla “Radio Radicale” fanno fede); e a ipotizzare un ruolo giocato dall’ENI nella vicenda Shalabayeva.

Conquistare la fiducia del paese, la vera sfida di Enrico Letta

Non c’è dubbio che fiducia è la parola chiave di questo difficile frangente della nostra storia politico-sociale. Fiducia è quello che ha concesso il Parlamento a Letta per permettergli di proseguire la sua azione di governo, ma fiducia, stando alla cronaca di questi giorni, è anche ciò che una parte consistente della piazza non intende più concedere alla classe politica nel suo insieme.

Temi Etici: sostegno a Nitto Palma, si torni allo spirito di Forza Italia del ’94 e si abbandoni il pensiero unico del Pdl in materia

Non credo sia un caso che del dibattito aperto dal senatore Francesco Nitto Palma all'interno del PdL-Forza Italia sulla necessità di un confronto sui temi etici, non ci sia traccia sui giornali ma solo qualche take di agenzie stampa.

Eppure, nel momento in cui si parla insistentemente del ritorno allo spirito della Forza Italia del 1994, non si può negare che quanto avvenuto successivamente - e soprattutto negli ultimi anni con il PdL – poco ha a che fare con i principi di allora per i quali la neonata Forza Italia lasciava piena libertà di coscienza a chiunque avesse fatto parte del movimento.

##autore

Syndicate content

Notizie Radicali: il giornale telematico di Radicali Italiani - Direttore: Valter Vecellio
Team: Simone Sapienza, Maria Veronica Murrone
Sito web: Mihai Romanciuc
Vuoi collaborare? Scrivi a notizie.radicali.it@gmail.com