Direttore Valter Vecellio. 1 year 8 weeks ago

Intervento

La favola della città megalopolitana di Monterotondo capitale. Prima puntata

C’era una volta un villaggio i cui abitanti maschi, con la scusa di organizzare una festa, per mettere su famiglia e popolare il villaggio facendone una città, rapirono le femmine dei villaggi vicini. Fu il ratto delle Sabine. Poi fu guerra e poi fu pace. Tanto che il secondo re di quella nuova città fu sabino.
Secoli dopo i sabini si ripresero la rivincita.

Cristiano Lorenzo Kustermann

Voglio scrivere che la mafia è una montagna di merda! Ma politica, burocrazia e certa imprenditoria fanno di tutto per non essere diversi

Prendendo spunto dalla frase che Roberto Vecchioni ha pronunciato alcuni giorni all'Università di Palermo e alle reazioni contrastanti che ne sono seguite, “Io voglio scrivere che la mafia è una montagna di merda! Noi ci dobbiamo ribellare. Prima che sia troppo tardi! Prima di abituarci alle loro facce! Prima di non accorgerci più di niente! “.

Ecco, se invece di scrivere Sicilia, Vecchioni avesse indicato, come Peppino Impastato, già nel nome un responsabile del degrado, dell’arretratezza, dell’assenza di speranza, il coro del consenso si sarebbe levato molto forte accomunando nello stesso applauso eserciti di sinceri e robuste legioni di ipocriti.

Radicali e pastafariani, un incontro possibile

Questa primavera l'Associazione Radicale “Adelaide Aglietta”, di cui sono iscritto e militante, ha avviato un percorso di dialogo e collaborazione con la Chiesa Pastafariana Italiana, un'organizzazione che ha una breve storia alle spalle ma può già contare su aderenti e simpatizzanti in tutta Italia. Il pastafarianesimo nasce negli Stati Uniti nel 2005, con l'obiettivo di contrastare l'insegnamento del creazionismo nelle scuole, e arriva nel nostro paese nel 2012. Si tratta di un culto religioso parodistico che, con gli strumenti dell'ironia e del paradosso, mette in evidenza le contraddizioni logiche delle chiese ufficialmente riconosciute.

Lettera aperta al direttore di Notizie Radicali organo del Partito Radicale

Se qualcuno non fosse per nulla convinto del fatto che Beethoven abbia strutturato i temi della sua «quinta sinfonia», dall’inizio alla fine, su un motivo ritmico di 4 note, non potrei fare altro che ignorarlo, dopo averlo rassicurato sul fatto che anche una svista così evidente, nonostante tutto, non inficia la possibilità di fruire l’opera con un qualche profitto. Non gli consiglierei, invece, l’ascolto di Schoenberg, che solo sulla forma si basa. Se invece, per assurdo, fossi un direttore alle prese con un’orchestra che concepisse una tale indegnità, allora sarei in guai seri. Il confronto non sarebbe più basato sul terreno dell’analisi formale ma sul terreno politico.

Syndicate content

Notizie Radicali: il giornale telematico di Radicali Italiani - Direttore: Valter Vecellio
Team: Simone Sapienza, Maria Veronica Murrone
Sito web: Mihai Romanciuc
Vuoi collaborare? Scrivi a notizie.radicali.it@gmail.com