Direttore Valter Vecellio. 12 hours 12 min ago

I sepolti vivi

L'articolo 104 e la magistratura

Comandi costituzionali inattuati

Contro gli immensi pericoli di una magistratura in tal modo corrotta dal Potere, e ad esso asservita, la Costituzione della Repubblica ha dettato, tra gli altri, i seguenti comandi:
Art.101: “I giudici sono soggetti soltanto alla legge”.
Art.104: “La magistratura costituisce un ordine autonomo e indipendente da ogni altro potere”.
Art.105: “Spettano al Consiglio superiore della magistratura le assunzioni, le assegnazioni, i trasferimenti, le promozioni e i provvedimenti disciplinari nei riguardi dei magistrati”.
Art-107: “I magistrati si distinguono tra loro soltanto per diversità di funzioni”.

Sono trascorsi sei anni dalla pubblicazione di questi comandi. Come li abbiamo attuati?

Achille Battaglia

L’articolo 104 e la magistratura 4)

I veri termini del problema

Achille Battaglia

L’articolo 104 e la magistratura 3)

Ragioni del mutamento di opinioni

Innanzi tutto, dobbiamo riconoscere che si sono andati rapidamente esaurendo le nostre capacità e i nostri sforzi di rinnovamento. E’ caduto, in noi, quello spirito risorgimentale con cui, dopo la Resistenza e la Liberazione, avevamo affrontato il grande compito di costruire un nuovo Stato che fosse, finalmente, “lo Stato per gli italiani”. La ragione per cui, a distanza di sei anni dalla sua entrata in vigore, la Costituzione repubblicana è quasi completamente inattuata, consiste proprio in questa caduta delle nostre energie rinnovatrici.

Achille Battaglia

L’articolo 104 e la magistratura 2)

Le paure dei conformisti

Achille Battaglia
Syndicate content

Notizie Radicali: il giornale telematico di Radicali Italiani - Direttore: Valter Vecellio
Team: Simone Sapienza, Maria Veronica Murrone
Sito web: Mihai Romanciuc
Vuoi collaborare? Scrivi a notizie.radicali.it@gmail.com