Direttore Valter Vecellio. 1 year 1 day ago

I sepolti vivi

Al canonico Luigi Tosi

Parigi 1 dicembre 1819
Dappoi ch’Ella ebbe la bontà di riguardare, come una promessa, la minaccia d’una lunga lettera, che Enrichetta Le fece in nome mio, non ho mai perduta l’occasione di raccogliere quello, che ho potuto, di più interessante, per poterle dire sugli affari della Chiesa in Francia qualche cosa, che le paresse degna di essere saputa…

Dopo la prima lettera d’Enrichetta non abbiamo più visto Grégoire (1); siamo stati qualche volta a casa sua senza trovarlo; e in questo momento non ci sembra bene di disturbarlo, occupato, com’egli dev’essere, dei suoi doveri di deputato, e della scandalosa persecuzione, che le voci dei suoi nemici (leggi: gesuiti, ndr) fanno alla sua reputazione, ed alla sua quiete.

Combattere il cattolicesimo 3)

Perché l’Italia giace sotto l’oppressione gesuitica? E’ semplicistico accusare gli Alleati e, specialmente, gli Americani, dato che gli Inglesi non hanno modificato il loro glorioso antipapismo: è semplicistico accusare gli Americani, perché se è vero che essi proteggono oggi ostentatamente il partito del Vaticano lo fanno dopo aver sperimentato il fiasco degli altri partiti borghesi, laici; lo fanno perché nella loro irrazionale paura del comunismo credono di aver trovato l’antidoto del clericalismo e non sospettano neppure quali passi innanzi fanno fare, così al comunismo.

Combattere il cattolicesimo 2)

Uno degli spiriti più liberi che il mondo abbia conosciuto, Francesco De Sanctis, la cui anima serena aveva attinto la piena indipendenza da ogni superstizione e celebrava veramente in sé la gloria di un uomo libero, già negli ultimi giorni della sua vita, mezzo cieco, vedeva bene nel nuovo presente che si svolgeva sotto i suoi occhi e nell’immediato avvenire; egli diceva nel 1883: “…oggi nell’uomo si guarda troppo l’animale… Il fine della vita umana si cerca nel fine della vita animale, conservare e godere la vita.

Combattere il cattolicesimo 1)

Il mondo,ma specialmente quell’angolo di mondo che a noi è particolarmente caro, l’Italia, ha visto tra la prima e la seconda guerra mondiale un rinvigorirsi dei movimenti politici a fondo religioso; un mescolarsi di aspirazioni alla trascendenza e di interessi molto mondani, di superstizioni popolari e di ideologie. Il fatto più grave resta, però, lo strettissimo legame che unisce i partiti politico-religiosi alla Curia del Vaticano e, attraverso di esso, alla potentissima organizzazione religioso-politica della Compagnia di Gesù che, schiantata dalla cultura e dalla politica liberale ottocentesca, è risorta con rinnovato vigore, combattività, assenza di scrupoli, nell’odierna catastrofe spirituale del mondo.

Syndicate content

Notizie Radicali: il giornale telematico di Radicali Italiani - Direttore: Valter Vecellio
Team: Simone Sapienza, Maria Veronica Murrone
Sito web: Mihai Romanciuc
Vuoi collaborare? Scrivi a notizie.radicali.it@gmail.com