Direttore Valter Vecellio. 12 weeks 3 days ago

I sepolti vivi

Il Vaticano alla conquista dell’Italia 3)

Oscure sono le previsioni sull’avvenire prossimo del nostro paese nel quale inasprite sofferenze, moltiplicate cause di persecuzioni attendono quanti non hanno curvata la schiena dinanzi alla reazione vittoriosa. Pure non sentiamo di arrivare a conclusioni disperate, a pensare infrangibile la catena che il fascismo con il colpo di scena dell’11 febbraio ha ribadita intorno ai nostri polsi.

Riccardo Bauer

Il Vaticano alla conquista dell’Italia 2)

E’ evidente che il nuovo equilibrio tra S. Sede e l’Italia, costituitosi col Patto del Laterano l’11 febbraio, è destinato – fino a che non intervengano avvenimenti decisivi a rovesciarlo – ad avere conseguenze assai profonde sia per l’uno sia per l’altro dei contraenti per la trasformazione ch’esso adduce nella loro intima costituzione.

La Chiesa da un lato riafferma il principio della sovranità temporale come necessaria all’esercizio della sua missione apostolica e trova dall’altro, nella nazione italiana il campo più vasto e sicuro di influenza politica e conseguentemente di applicazione della eorica potilito-sociale cattolica.

Riccardo Bauer

Il Vaticano alla conquista dell’Italia 1)

La Chiesa ha negoziato i limiti della sua sovranità territoriale, alla quale sapeva di dover un giorno fatalmente rinunziare, al solo scopo di”strappare” al governo italiano la firma del concordato, in virtù del quale è stata sanzionata la fine dello stato laico. Il concordato veramente e solamente interessava il papa.

Riccardo Bauer

Un “grande polemista” cattolico: il prof. Igino Giordani! 3)

Il prof. Giordani consulti i volumi dell’“American Catholic Quarterly Review” che certamente non mancano nella biblioteca Vaticana. Legga almeno due articoli pubblicati nel 1891. Da essi risulta che il Risorgimento italiano fu opera della “Mafia, Mala Vita e Camorra”, mobilitate dai Carbonari (p.571). Mazzini fu “uno dei più consumati mentitori che abbiano mai oscurato la terra”; “un giorno la sua vera vita verrà scritta, e allora il mondo rimarrà forse attonito per il vizio e la immoralità concentrati in una sola persona” (p.574; “fu un ambizioso, senza cuore, mezzo educato e malamente educato, immorale, egoista (p.575); “vergogna dell’umanità”, “odiatore di Cristo e apostolo del pugnale” (p.587).

Gaetano Salvemini
Syndicate content

Notizie Radicali: il giornale telematico di Radicali Italiani - Direttore: Valter Vecellio
Team: Simone Sapienza, Maria Veronica Murrone
Sito web: Mihai Romanciuc
Vuoi collaborare? Scrivi a notizie.radicali.it@gmail.com