Direttore Valter Vecellio. 1 year 25 weeks ago
Mario Staderini

Privilegi vaticani? L’“ultima chiamata” ora arriva dal Sole24Ore

Finché siamo “una lobby”, finché siamo “massoni”, finché siamo “solo dei Radicali”, una certa strategia di agenda-setting rischia di essere vincente: i “pochi appestati” che chiedono di mettere fine ai privilegi del Vaticano sono per definizione dei signori nessuno (ripetiamo, nell'ordine: lobby, massoni, Radicali), ergo non meritano nemmeno di essere presi in considerazione nel dibattito pubblico.

Questa volta qualcosa ha iniziato a mutare, a cominciare dai 140 mila che sul web chiedono apertamente di mettere fine ai vantaggi fiscali di cui gode il Vaticano, specie in un momento drammatico in cui agli italiani – di ogni classe sociale o fascia d’età – si chiedono sacrifici notevoli per salvare i conti pubblici.

Addirittura tutto può cambiare – e bisogna esserne consapevoli – se il primo quotidiano economico d’Italia e d’Europa, il Sole 24 Ore, dellibera con un editoriale “l’ultima chiamata” per mettere fine a questi privilegi inspiegabili. Sembrerà strano, ma è proprio quello che è successo il 31 agosto con l’editoriale apparso sulla prima pagina del quotidiano confindustriale a firma di Roberto Perotti (“Rigore draconiano, ultima chiamata”).

##autore

L’economista della Bocconi – quello, per intenderci, la cui proposta di anticipare il pareggio di bilancio al 2013 fu sposata pubblicamente dalla presidente di Confindustria in occasione della manovra di luglio – ieri tornava a spiegare che “l’Italia è nei guai perché i mercati considerano il suo debito pubblico troppo alto”. E aggiungeva che se l’obiettivo è quello di “distribuire i sacrifici più uniformemente”, anche per rendere politicamente accettabile la correzione dei conti, allora è urgente “l’eliminazione dell’esenzione fiscale della Chiesa”.

Il giornale degli industriali italiani, nel suo editoriale di ieri, insiste: tra Ici, Irpef, Ires, Imu e tasse immobiliari varie non pagate dalla Chiesa, parliamo di “introiti difficili da quantificare, ma anche in questo caso i simboli contano almeno quanto il cash”. Se i simboli contano, da oggi siamo decisamente meno soli a chiedere che il Vaticano faccia la sua parte nel pagare la manovra e liberare l’economia da un’ingiusta manomorta.

Notizie Radicali: il giornale telematico di Radicali Italiani - Direttore: Valter Vecellio
Team: Simone Sapienza, Maria Veronica Murrone
Sito web: Mihai Romanciuc
Vuoi collaborare? Scrivi a notizie.radicali.it@gmail.com