Direttore Valter Vecellio. 39 weeks 1 day ago

Libro Bianco Difesa: inaspettati riconoscimenti

La pubblicazione del Libro Bianco (ancorché nelle varie versioni sostanzialmente uguali) si rivela piena di sorprese. Due di queste, in particolare, sono l'inaspettato riconoscimento che il Governo ha voluto dare al lavoro svolto in questi anni dal Partito per la tutela dei diritti di militari e Forze di polizia (Pdm).

La prima riguarda il trattamento economico (pag. 55). La necessita di rivedere il sistema normativo nel suo complesso e uno dei punti fondamentali della proposta che ho elaborato già lo scorso anno e poi tradotta in azione politica con il supporto di Roberto Giachetti. Il primo annuncio della necessità di rivedere il complesso delle norme che regolano il trattamento economico del personale militare lo troviamo nelle dichiarazioni che feci al termine della conferenza stampa sui tagli alla Difesa, svolta presso la Camera dei Deputati con Giachetti lo scorso 6 maggio 2014. Poi, il successivo 29 settembre, in una intervista rilasciata a Tiscali, fu proprio il vicepresidente della Camera che, proseguendo sulla stessa linea, lanciò “l'iniziativa 9.01”, per riprendere i contenuti di un nostro emendamento che aveva già presentato durante i lavori del DL 90/2014 sulla riforma della PA, “perché - spiegava Giachetti - se è giusto parlare di tagli alle spese militari mi rendo conto che quelle che incidono sul trattamento economico del personale devono essere condivise all'interno del processo di riforma” e - precisava – che “occorre rivedere completamente il complesso delle norme che regolano sia il trattamento economico che quello giuridico del personale militare dei poliziotti e dei vigili del fuoco”.

Un altro e non meno importante aspetto positivo e quello trattato al punto 252 del Libro Bianco e tratta dell’amministrazione della giustizia penale militare. In questo delicato settore la scelta del Governo sembra essere chiaramente in linea con la proposta di legge di "Delega al Governo per la riforma del codice penale militare di pace e per la riorganizzazione della giurisdizione militare" che scrissi nel mese di agosto del 2011 e che l'amico radicale Maurizio Turco, deputato in quella legislatura , presentò il successivo 28 settembre (ddl n. 4651). Come è scritto nel Libro Bianco, “il Governo intende proseguire lo sforzo di maggiore efficienza del sistema e di razionalizzazione” studiando anche la possibilità di forme giuridicamente evolute basate sul principio di unicità della giurisdizione penale e che prevedano di dotarsi, in tempo di pace, di organi specializzati nella materia penale militare incardinati nel sistema della giustizia ordinaria".

Sia l'iniziativa “Giachetti 9.01” che la proposta di legge “Turco 4651” non sono state ignorate da Matteo Renzi e, anzi, hanno trovato la loro giusta collocazione nel Libro Bianco della Difesa che, quindi, nonostante le moltissime criticità in merito alla riduzione dello strumento militare, ha recepito il nostro contributo che, ci auguriamo, per l'importanza che i temi trattati rivestono per il personale militare, possa, da qui in avanti, trovare la piena condivisione dell'intero Parlamento e anche delle Organizzazioni sindacali e delle Rappresentanze militari che saranno chiamate a dare il loro contributo nel merito delle questioni.

Notizie Radicali: il giornale telematico di Radicali Italiani - Direttore: Valter Vecellio
Team: Simone Sapienza, Maria Veronica Murrone
Sito web: Mihai Romanciuc
Vuoi collaborare? Scrivi a notizie.radicali.it@gmail.com